martedì 5 giugno 2018

NOF4- VOLTERRA E IL MANICOMIO, UNA CITTA' NELLA CITTA'


TRA IL 1961 E IL 1972 UN UOMO INTERNATO NEL MANICOMIO DI VOLTERRA CHE PRENDERA' IL NOME DI NOF4 INCIDE UN LIBRO DIARIO DI PIETRA LUNGO I 180 METRI DEL REPARTO DOVE ERA RICOVERATO DIVERRA' LA PIU GRANDE OPERA DI ART BRUT DI TUTTI I TEMPI ANCORA OGGI LO STIAMO STUDIANDO ANCORA OGGI LE SUE INCISIONI E LE SUE PAROLE SONO UN MISTERO 

Visita al museo del manicomio "Lombroso" ed escursione all'area abbandonata del Poggio alle Croci con tappa al famoso diario di pietra di Nof4 dal 1° Maggio al 30 Settembre il Sabato alle ore 14,30 e la Domenica alle ore 10,00 
MESI DI LUGLIO E AGOSTO Pacchetto con camera doppia 2 notti con prima colazione a buffet e visita guidata  al prezzo totale di euro 170,00 
MESE DI SETTEMBRE Pacchetto con camera doppia 2 notti con prima colazione a buffet e visita guidata al prezzo totale di euro 150,00

Contattaci per info e prenotazioni o se interessati ad altre tipologie di camere

COPPA DEL MONDO XCE

COPPA DEL MONDO XCE 16 e 17 giugno 2018 Tutto pronto a Volterra Nel prossimo fine settimana di scena la seconda prova del circuito UCI, la gara nazionale di Short Track e, la domenica, la quarta prova del Campionato Giovanile di Società XCO

sabato 30 settembre 2017

Capodanno in Toscana: in campagna è più bello!

La Toscana è una di quelle regioni che racchiude tutto, ma davvero tutto, quello che può desiderare un turista: le città d'arte, certamente, ma anche una costa varia ed emozionante, montagne, foreste, parchi naturali e perfino paludi e lagune. Ma il nostro paesaggio preferito è quello della campagna, e quale zona più bella se non quella delle Colline Toscane? Questa ampia area comprende le famose Colline del Chianti, le Crete Senesi, le Colline Metallifere, i Tufi e ovviamente la stupenda zona delle balze di Volterra. Senza nulla togliere alle altre terre, proprio la zona tra Volterra e San Gimignano rappresenta uno dei paesaggi più riconoscibili della Toscana. Qui i colli coltivati si alternano a boschi e antichi borghi medievali, secondo uno schema visivo che sembra artificiale, da tanto è bello e perfetto. E in effetti un po' di mano dell'umo c'è, dato che la storica Accademia dei Georgofili di Firenze, nei secoli scorsi, ha dato direttive sul rispetto del paesaggio, delle quali ancora oggi traiamo i benefici. Se in estate qui fa un po' caldo, in inverno il clima è abbastanza mite e invoglia a visitare questi luoghi. Anche la cucina, ricca e saporita con piatti tradizionali di terra, ben si sposa ai mesi freddi e alle festività Natalizie! E allora avete capito la dritta: se non avete ancora programmi per capodanno, prenotate nella campagna Toscana! Sul sito Capodanno Offerte 2018 trovate tanti spunti per la Toscana: in agriturismo (guardate qui, c'è anche il nostro!), ma anche in hotel, e ci trovate anche un utilissimo elenco degli eventi. A proposito di eventi, da queste parti ne troverete tanti e dei più tradizionali. Se i mercatini di Natale, dal nord Europa, ormai sono "calati" anche qui, sappiate che troverete anche esposizioni di presepi e presepi viventi, che fanno parte di antichissime e vere tradizioni Toscane. Chiudiamo con gusto: cosa si mangia e cosa si beve da queste parti per capodanno? Come dicevamo, la tradizione culinaria ben si sposa ad una cena per il 31 dicembre: saporiti affettati, formaggi di pecora e crostini con i fegatini saranno un ottimo antipasto che precederà la pasta casalinga al ragù, meglio se di cinghiale. Il tutto, accompagnato da un filo di olio extravergine di oliva, che troverete "nuovo", spremuto da pochi giorni. Per secondo, bistecca alla fiorentina o cacciagione. E per il brindisi, lasciate stare lo champagne, qui i dolci Natalizi si accompagnano con l'ottimo Vin Santo!

lunedì 11 aprile 2016

Il Ponte del 25 Aprile immersi nella natura toscana di Volterra!

Il Ponte del 25 Aprile immersi nella natura toscana di Volterra!

Passate le brevi vacanze pasquali ci ritroviamo in ufficio in attesa di avere un altro momento di pausa.
Ed eccolo che arriva, vicino vicino con il Ponte del 25 aprile.

Per staccare finalmente la spina qualche giorno non c'è niente di meglio che respirare aria pulita, lontani dal traffico cittadino, vivendo, anche se per poco, a stretto contatto con la natura, ma a due passi a piedi da una delle più belle città toscane, Volterra!

Al Camping Le Balze tutto questo è possibile, perché non abbiamo piazzole definite, ma si può scegliere il proprio angolo vitale, la propria casa all'aperto; perché qui dominano il silenzio e la tranquillità; perché anche se lontani dal traffico e dal caos, si trovano pane fresco, brioche calde e tutto ciò che ci fa sentire a casa; e perché in soli 10 minuti si entra attraverso la Porta San Francesco all'interno delle mura medievali di Volterra, si raggiunge la meravigliosa Piazza dei Priori, ci si addentra nei vicoli descritti da Stephenie Meyer, si ammira l'antica Porta all'Arco, ci si affaccia sorpresi verso la Val di Cecina, verso la Costa degli etruschi, si sale verso la parte più alta della città, l'acropoli, visitando l'antica cisterna romana da poco riaperta al pubblico, si ridiscende verso Via Don Minzoni alla ricerca di uno dei più importanti Musei etruschi d'Italia e si torna poi verso il centro, verso l'anfiteatro romano, passando davanti a numerose botteghe di alabastro, dove antiche mani lavorano ancora questa bella pietra.

Quindi Volterra, città da scoprire anche in un breve weekend, città dove si lascia il cuore  e da cui si riparte già desiderosi di farvi ritorno.



Per ulteriori informazioni: Camping Le Balze - campinglebalze@hotmail.it - www.campinglebalze.it - +39 0 588 87880

martedì 15 settembre 2015

Sai Dov’è?

È spesso insieme a Volterra negli itinerari di viaggio di molti turisti che arrivano in Toscana e decidono di abbinare mare, storia e buona cucina.
È considerata da molti l’Ultimo Paradiso.
Fa parte dell’Arcipelago Toscano ma non è l’Isola d’Elba.

La foto è stata scattata a Pianosa lo scorso mese di agosto, durante un’escursione in bici insieme ad una guida ambientale. L’Isola fa parte del Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano e ha delle norme di comportamento da rispettare. È raggiungibile direttamente in motonave da San Vincenzo e da Piombino con un’unica fermata a Marina di Campo. 

Ex colonia penale agricola, sull’Isola c’è un hotel ed un Bar-Foresteria gestito da una cooperativa sociale di detenuti del carcere di Porto Azzurro. Le 6 ore di sosta trascorse a Pianosa sono sufficienti per svolgere una delle attività proposte (passeggiata archeologica, giro in bici, snorkeling) e per un bagno a Cala Giovanna, l’unica spiaggia balneabile dell’Isola. Un’esperienza ambientalista e umana.